Duo Mart in Concerto

Ciao a tutti, ricordiamo che domenica 27 Gennaio alle ore 17 presso il Teatro Laffranchi di Carpenedolo, l’Associazione musicale Mario Casnici presenta il quarto appuntamento della Stagione concertistica 2018/2019. Sul palco il Duo Mart composto dal M° Gregorio Artunghi alla chitarra e dal M° Santo Manenti al clarinetto. Ingresso 5 Euro – Gratutito fino 14 anni –

I due musicisti, rimasti affascinati dalle potenzialità sonore e timbriche date dall’unione di questi due strumenti, hanno deciso di presentare un programma che ripercorresse gli ultimi secoli di storia della musica con brani di stili e generi differenti. Partendo da composizioni originali e passando da brani legati alla tradizione popolare il duo descrive una parabola che, in un crescendo di intensità, accompagna il pubblico in un concerto coinvolgente e ricco di spunti musicali differenti.

Programma del concerto

Heinrich Neumann (1792-1861)

Serenata op. 5

Andante con espressione – Polonaise

Più lento – Maggiore

Henry (1815)

Serenata op. 22

Allegro Maestoso

Allegretto

Andante

Polacca

Tempo di Minuetto

Valse

Molino (1768-1847)

Sonata n. 1 op. 1

Paganini (1782-1840)

Sonata n. 3

dal centone di Sonate per Violino e Chitarra

Introduzione – prestissimo

Larghetto cantabile

Hansjioachim Kaps (1942-2004)

Impressionen

Allegro

Moderato

Allegretto

Belà Kovàcs (1937)

Sholem-Alekhem, Rov Feidman!

Gregorio Artunghi,

nato a Brescia nel 1970, ha compiuto gli studi musicali presso il conservatorio della sua città diplomandosi in chitarra nel 1993. Recentemente ha ottenuto il diploma accademico di secondo livello presso l’istituto musicale “Monteverdi” di Cremona (2010). Ha studiato con Gianluigi Fia e Andrea Dieci e ha partecipato inoltre a corsi di perfezionamento con le maggiori personalità del concertismo internazionale: Oscar Ghiglia, Stefano Grondona, Alberto Ponce, David Russell.

Per la musica da camera si è perfezionato con Janos Balint attraverso un lungo periodo di studi in Italia e all’estero (Rovigo,Vesprem, Budapest).

E’ stato premiato in 15 concorsi nazionali e internazionali tra cui spiccano il primo premio al quinto festival chitarristico di Voghera, il primo premio al concorso nazionale di chitarra “Città di Castelfidardo” (Ancona) e di Genova, il secondo premio al concorso internazionale di Lodi, il secondo premio al concorso nazionale “G. Ansaldi” di Mondovì, il terzo premio al concorso internazionale di Stresa; è risultato inoltre finalista al concorso internazionale di Lagonegro. Ha registrato cd per la Provincia di Brescia, MAP (lira classica) e per la Concerto Classics.

Ha suonato in prima esecuzione opere di compositori spesso a lui dedicate (Franco Margola, Juan Baladan Gadea, Marco Nodari, Ramon Silles, Mauro Montalbetti, Antonio Giacometti, Paolo Ugoletti, Anthony Joseph Lanman). Suona con chitarre di Nicola e Vincenzo De Bonis. E’ docente di ruolo presso la scuola media a indirizzo musicale di Calvisano.

Santo Manenti,

si diploma in Clarinetto (2004) presso il Conservatorio Statale “L. Marenzio” di Brescia, dove consegue anche il diploma accademico di secondo livello in discipline musicali (2007). Successivamente ottiene l’abilitazione all’insegnamento dello strumento musicale presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara (2009).

Durante la sua formazione ha partecipato a numerose masterclasses di specializzazione con vari docenti: Thomas Friedli, Enrico Maria Baroni, Calogero Palermo, Alessandro Carbonare, Fabrizio Meloni, Denis Zanchetta, Corrado Giuffredi, Giuseppe Bonandrini, Nicholas Baldeirou, Ciro Scarponi, Antony Pay.

Vari sono i riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale: Primo premio al concorso di musica da camera “Bazzini” del conservatorio “L. Marenzio” di Brescia; Primo premio al XX Concorso Internazionale di Moncalieri (2008); Secondo premio (primo non assegnato) al Concorso Internazionale “Città di Chieri” (2003); Secondo premio al Concorso Nazionale “Città di Meda” (2003); Terzo premio al Concorso Internazionale “Città di Chieri” (2007); Diploma di merito al Concorso Nazionale “Città di Riccione”; Secondo premio (primo non assegnato) al Concorso Internazionale “Città di Chieri” (2009).

Durante la sua carriera ha avuto la possibilità di collaborare con varie orchestre: Orchestra “G. Cantelli” di Milano, Orchestra del “Bergamo Musica Festival”; Orchestra “A. Vivaldi” di Valle Camonica; “Brixia Sinphony Orchestra”; “Orchestra Classica di Alessandria”. In particolare con l’orchestra “A. Vivaldi” di Valle Camonica ha avuto la possibilità di esprimersi varie volte come solista nei concerti di Weber, Hoffmeister, Stamitz, Kuffner e Scarponi.

Ha inciso dischi in qualità di solista, orchestrale e direttore.

Da 11 anni è membro del Quintetto di Fiati “Orobie”, con il quale ha potuto effettuare centinaia di concerti. Con questa formazione nel 2016 ha inciso per la casa discografica Movimento Classical il progetto “Donizetti e la follia” che è stato inserito come disco download per il mese di giugno 2017 sulla rivista Amadeus.

Clicca qui